Ritorna la seconda edizione della Rome Art Week, la settimana interamente dedicata all’arte contemporanea, che si svolgerà nella capitale dal 9 al 14 ottobre coinvolgendo oltre 350 partecipanti tra istituzioni, gallerie d’arte, fondazioni ed artisti. La manifestazione ha ufficialmente ottenuto il patrocinio del MiBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – e si appresta ad essere uno degli appuntamenti più attesi del settore.

Anche quest’anno Honos Art partecipa all’iniziativa culturale, ospitando una performance dell’artista nomade Nacho Zubelzu dal titolo “Sembrándome | Piantandomi”, incentrata sul tema della precaria convivenza tra uomo e natura e di un necessario ritorno a un modello più ecosostenibile.

La performance allude a una metafora che vede cimentare l’artista in un gioco concettuale, di uomo inteso come seme, che mette le radici e produce frutti. Nell’attuazione di gesti e ripetersi di azioni emergeranno diversi concetti di aspetto antropologico, etnografico, filosofico, musicale o feticista, nel quale verranno invitati tutti gli spettatori a prenderne parte attiva.

Il percorso porterà a mettere in discussione il simbolismo, la poesia, l’arte e rimarcherà soprattutto come i piccoli gesti possano contribuire a salvare il pianeta che si trova “appeso a un filo” (titolo che riprende quello della mostra “Pendiente de un hilo” in esposizione fino all’11 novembre).

La performance avrà una durata di circa 25 minuti, pertanto si ricorda di essere puntuali.

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *